5 X 1000

Dona il tuo 5 per mille

Codice fiscale 96039680069
e firma il riquadro VOLONTARIO

Ricevi un promemoria!

  • Via Email

  • Via Google Calendar

    Puoi aggiungiere un promemoria al tuo Google Calendar

    Aggiungi ora

  • Invia al commercialista

Cosa può fare il tuo 5X1000

Il 5 per mille viene calcolato in base al tuo reddito annuo. Anche una piccola somma può fare molto!

  • Reddito di 15.000€

    Con un reddito annuo lordo di 15.000€ il tuo 5 per mille sarà di 18€.

    Con 18€ acquisteremo 3 scatole per la spedizione di campioni biologici ai laboratori centralizzati.

  • Reddito di 20.000€

    Con un reddito annuo lordo di 20.000€ il tuo 5 per mille sarà di 24€.

    Con 24€ attivi 1 centro di ricerca in un nuovo progetto.

  • Reddito di 25.000€

    Con un reddito annuo lordo di 25.000€ il tuo 5 per mille sarà di 30€.

    Con 30€ sostieni la partecipazione di 1 ricercatore agli incontri multidisciplinari sui linfomi.

  • Reddito di 30.000€

    Con un reddito annuo lordo di 30.000€ il tuo 5 per mille sarà di 38€.

    Con 38€ Contribuisci all’analisi dei dati per 1 paziente partecipante ad un progetto di ricerca.

  • Reddito di 40.000€

    Con un reddito annuo lordo di 40.000€ il tuo 5 per mille sarà di 57€.

    Con 57€ Spedisci 2 provette di 2 pazienti ai laboratori centralizzati.

  • Reddito di 50.000€

    Con un reddito annuo lordo di 50.000€ il tuo 5 per mille sarà di 76€.

    Con 76€ Finanzi 2 ore di 1 ricercatore per la gestione degli studi clinici.

[*] I valori riportati sono esempi indicativi di come la FIL può utilizzare il tuo 5 per mille. Verifica con il tuo commercialista o il tuo CAF il valore effettivo del tuo 5 per mille.

Il codice fiscale della FIL 96039680069

Alcune info

  • Come devolvere il 5X1000

    Nella tua Dichiarazione dei Redditi (730, CUD, UNICO) firma nel riquadro dedicato al sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative e scrivi il codice fiscale della FIL: 96039680069.

  • Non fai la dichiarazione dei redditi?

    Posso destinare il 5 per mille anche se non effettuo la dichiarazione dei redditi?
    . Anche chi non effettua la dichiarazione dei redditi tramite Modello 730 o Modello Unico può comunque firmare (in fondo a destra) la Scheda del Modello CUD all’ultima pagina e consegnarlo in busta chiusa agli Uffici postali o sportelli bancari che lo trasmetteranno gratuitamente all’amministrazione finanziaria, oppure a CAF e commercialisti abilitati alla trasmissione telematica.

  • Il 5x1000 è una tassazione aggiuntiva?

    No. La destinazione del 5 per mille non è una tassazione aggiuntiva. E’ soltanto la scelta di come indirizzare fondi che altrimenti, senza specificare alcuna destinazione, finirebbero indistintamente all’amministrazione centrale dello Stato.

  • Il 5x1000 è alternativo all'8x1000?

    No. La destinazione del 5 per mille non è alternativa all’8 per mille, destinato al sostegno alla Chiesa di culto.

  • Cosa abbiamo fatto con il tuo 5x1000

    Come abbiamo utilizzato il 5 per mille negli anni passati?

    Anno 2018

    Nel corso del 2018 sono stati incassati € 20.097,57 (relativi alle scelte del 2016) che abbiamo speso così:

    • Consulenza informatica per manutenzione server della piattaforma di raccolta dei dati clinici dei pazienti arruolati nello studio MCL0208 (Linfoma Mantellare);
    • Consulenza di analisi statistiche per il progetto Analisi dati studio clinico FIL_Renoir12 (Linfoma Follicolare);
    • Erogazione borsa di studio Brusamolino 2018 per giovani ricercatori impegnati nella ricerca dei linfomi;
    • Ristrutturazione degli uffici della nuova sede di Alessandria.

    Anno 2017

    Ad agosto 2017 la FIL ha ricevuto le quote di 5 per mille relative alle scelte del 2015 per un ammontare di € 14.576,47. Li abbiamo spesi così:

    • compenso parziale per 1 biologa dedicata al coordinamento dello Studio NF10 (Linfomi Indolenti Non Follicolari);
    • contributo per 1 incontro degli specialisti della Commissione Lungosopravviventi, comorbidità e qualità della vita relativo alle problematiche di questa tipologia di pazienti e a nuovi obiettivi di ricerca a loro destinati;
    • gestione e manutenzione del server e dell’applicazione web per la ricerca aggregata MOMIS DashBoard per l’anno 2018 la cui funzione principale è l’aggregazione di alcune informazioni basilari relative pazienti arruolati in tutti gli studi FIL in forma anonima. Tali funzioni sono importanti per poter estrarre casistiche specifiche per patologia e linea di terapia permettendo di comprendere meglio le possibilità di ricerca future sui linfomi.

    Anno 2016

    A novembre 2016 la FIL ha ricevuto le quote di 5 per mille relative alle scelte del 2014 per un ammontare di € 14.310,70. Li abbiamo spesi così:

    • copertura parziale delle analisi molecolari della malattia minima residua (MRD) per l’anno 2016 dei pazienti inclusi nello studio FOLL12 (Linfoma Follicolare).

    Anno 2015

    Nel corso del 2015 sono stati incassati € 7.083,96 (scelte del 2013) che abbiamo speso così:

    • copertura di una quota per l’assicurazione a copertura dei pazienti arruolati nello studio DLCL10 (Linfoma a Grandi Cellule B);
    • revisioni centralizzate delle PET di 24 pazienti arruolati nello studio DLCL10 (Linfoma a Grandi Cellule B);
    • copertura del canone di manutenzione della piattaforma per la raccolta dati (Case Report Form – CRF) dello studio CARDIO-DLBCL (cardiotossicità delle antracicline in pazienti con linfoma diffuso a grandi cellule B);
    • copertura parziale dei costi di funzionamento (acquisto di materiale di cancelleria);
    • copertura di una quota delle spese per l’attivazione dei centri (stampa e rilegature delle copie documenti da inviare ai Comitati Etici) degli studi DLCL10 (Linfoma a Grandi Cellule B) e PETRA (Linfoma Follicolare).

    Anni 2010-2014

    Tra il 2010 e il 2014 sono stati incassati i fondi derivanti dalle scelte del 5 per mille del periodo 2008-2012 (2 anni di attesa per l’incasso). Il 5 per mille è stato destinato all’ex Intergruppo Italiano Linfomi per gli anni 2008-2009 e alla neo-nata Fondazione Italiana Linfomi negli anni 2010-2012. Il totale raccolto è stato di € 27.389,46 che abbiamo speso così:

    • copertura di una quota per l’assicurazione a copertura dei pazienti arruolati negli studi PanAL10 (Linfoma a Grandi Cellule B) e Mirò (Linfoma Follicolare);
    • copertura di una quota delle revisioni centralizzate delle PET dei pazienti arruolati nello studio FOLL12 (Linfoma Follicolare);
    • copertura di una quota delle spese per l’attivazione dei centri dello studio VERAL12 (Linfoma a Grandi Cellule B);
    • copertura di una quota delle spese per la realizzazione informatica di schede di raccolta dati degli studi (tutte le patologie coinvolte) utilizzate per le analisi dei dati necessarie alle pubblicazioni dei risultati degli studi.
  • Cos'è la FIL

    La Fondazione Italiana Linfomi Onlus (FIL) sviluppa progetti di ricerca per la cura dei linfomi, patologie che in Italia colpiscono un nuovo paziente ogni 2 ore.

    La mission della FIL è quella di migliorare la diagnosi e le terapie per la cura dei linfomi e costituire la base scientifica, organizzativa e legale attraverso la creazione di una linea comune e condivisa tra tutti i centri Italiani impegnati nella ricerca in questo settore. Realizziamo progetti di ricerca scientifica no profit e indipendenti coinvolgendo circa 150 centri (Ospedali, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, Aziende Sanitarie Locali, centri universitari) distribuiti su tutto il territorio nazionale, con lo scopo di migliorare la loro capacità di ricerca e assistenza in questo settore e ridurre il cosiddetto fenomeno della “migrazione sanitaria”.

    La FIL collabora inoltre con organismi internazionali con gli stessi obiettivi di ricerca e sviluppa iniziative di tipo informativo per migliorare la conoscenza di tali malattie e aiutare pazienti e parenti ad affrontarle al meglio.

    La FIL sviluppa iniziative di tipo formativo per il personale sanitario e per i ricercatori tramite erogazione di borse di studio, promozione di percorsi universitari e convegni in materia di linfomi, commissioni scientifiche aperte agli specialisti che da vari punti di vista si occupano di linfomi (anatomopatologi, biologi, medici nucleari, radioterapisti, radiologi, dermatologi, e…ovviamente, ematologi) e sviluppa percorsi informativi sui linfomi con l’intento di far conoscere il problema a pazienti, parenti e persone interessate all’argomento.